Under 17A: Foro Italico stregato, sconfitta contro la Roma Nuoto

Roma Nuoto-Zero9: 9-8 (2-1; 4-0; 3-3; 0-4)

Quest’anno i sostenitori della Under 17A della Zero9, all’inizio di una partita, non sanno mai cosa li aspetta; chissà se la squadra entrerà in acqua con il piglio giusto oppure timida e spaurita, chissà se manterrà per tutti i quattro tempi lo stesso atteggiamento…

Anche l’incontro contro la Roma Nuoto di domenica scorsa, l’ennesimo scontro diretto decisivo per la qualificazione al turno successivo, si è svolto, purtroppo, secondo il copione già visto in altre occasioni.

Nella prima frazione di gioco l’approccio della Zero9 era piuttosto balbettante, con una certa difficoltà a trovare sbocchi offensivi. Andava meglio la Roma Nuoto che infatti, con i gol di Roncaioli, in superiorità numerica, e Giovannini, si portava sul 2-0. A 20” dalla fine del tempo Cano, sfruttando l’uomo in più, consentiva alla Zero9 di accorciare le distanze: 2-1 per la Roma Nuoto.

Purtroppo nel secondo tempo le cose peggioravano per la Zero9. In effetti, a ben vedere, il parziale di 4-0 per la Roma Nuoto nasceva soprattutto dalla diversa capacità di sfruttare le situazioni di superiorità numerica. La Roma Nuoto con un rigore realizzato (Faraglia) e una doppietta di Di Paola si avvantaggiava delle tre situazioni di uomo in più; la Zero9, al contrario, a fronte delle quattro superiorità numeriche non riusciva a violare la porta difesa da Tancioni e quindi, a metà incontro, la Roma Nuoto si portava sul 6-1.

Nel corso del terzo tempo la Roma Nuoto arrivava al massimo vantaggio di +6, prima sull’8-2, poi sul 9-3. Con un parziale di 3-3, e i gol della Zero9 realizzati da Cano, Vitale e Graziosi (su rigore), il tempo si chiudeva sul 9-4, anche grazie a Cocco che parava il rigore di Ceci.

A questo punto accade quello che non ti aspetti. I ragazzi di Zangari iniziano a sfruttare le superiorità numeriche ed a gestire al meglio le situazioni di inferiorità. Avvantaggiandosi forse anche della stanchezza della Roma Nuoto, Lauricella, Tummolo e Raffaeli portano la Zero9, a 4’22” dalla fine della partita, a meno due, sul 9-7. Completare la rimonta sembra possibile, ma la Roma Nuoto ha il merito di non mollare, la Zero9 pecca forse di lucidità e riesce solo ad accorciare ulteriormente le distanze con Graziosi, per il 9-8 finale con cui la Roma Nuoto si prende il quarto posto in classifica al termine della nona giornata di campionato.

E ora il commento dell’allenatore Francesco Zangari: “Sono veramente amareggiato per l’inizio della partita, visto che tutto quello che era stato detto solo un quarto d’ora prima di entrare in acqua è stato completamente disatteso; ho visto un atteggiamento veramente incomprensibile in alcuni giocatori, rinunciatari, distratti, autori di scelte di gioco a dir poco “bizzarre” in tutti i tipi di situazione, parità numerica, contropiede, uomo in più. In particolare nell’uomo in più, quando avevamo un giocatore completamente solo da servire in posizione favorevole noi abbiamo optato per la scelta più difficile o comunque inesatta. Abbiamo subito gol su disattenzioni e preso espulsioni su nostre “follie sportive” e tutto ciò ha dato modo alla Roma di andare avanti. Poi, fortunatamente, da parte di alcuni c’è stata una reazione, hanno giocato con un po’ di concentrazione in più, e sono riuscito a trovare un “sette” maggiormente equilibrato e attento a gestire le situazioni di uomo in più e soprattutto le inferiorità numeriche. Siamo riusciti, quindi, a rientrare in partita ma purtroppo troppo tardi. Se ci fossimo svegliati qualche minuto prima forse saremmo riusciti a cambiare le sorti della partita, avremmo potuto recuperare il risultato. Una squadra che va sotto 8-2 o 9-3 e poi reagisce in questo modo evidentemente non è così inferiore all’altra! Mi dispiace, perché i ragazzi ci tengono a fare bene, molti di loro si impegnano quotidianamente, vengono a vedere le analisi delle partite con i video. Però questo a volte non basta, perché la pallanuoto è uno sport di squadra e bisogna tutti insieme fare la stessa cosa. Comunque adesso testa alla prossima partita contro la Roma Vis Nova, nulla è perduto. Dobbiamo essere consapevoli che senza questi black out allucinanti che periodicamente subiamo, avremmo potuto avere molti più punti in classifica: pensiamo al doppio black out contro la San Mauro a Napoli, o a quello di tre minuti contro la Roma all’andata, quando vincevamo 5-2. Resto fiducioso per il prosieguo ma bisogna subito ricominciare a fare punti.”

Roma Nuoto-Zero9: 9-8 (2-1; 4-0; 3-3; 0-4)

Roma Nuoto: Tancioni, Lavini, Pistoia, Voncina 2, Faraglia 1, Roncaglioli 1, Di Paola 2, Arcivieri, Boldrini, Ceci 1, Giovannini 2, Gatto, Di Gregorio. TPV: Maurizio Gatto

Zero9: Cocco, Pettaccio, Tummolo 1, Graziosi 2, Cano 2, R. Ferri Ferretti, Cianchetti, Tremendozzi, Raffaeli 1, Vitale 1, Lauricella 1, Schippa, Riccioni. TPV: Zangari.

Superiorità numeriche Roma Nuoto: 4 su 10 più un rigore realizzato e uno sbagliato.

Superiorità numeriche Zero9: 4 su 10 più un rigore realizzato

Classifica dopo la nona giornata: 1. Roma Vis Nova PN p. 27; 2. San Mauro N. p. 18; 3. Roma Nuoto p. 16; 4. Alma Nuoto p. 16; 5. Zero9 p. 13; 6. WP Bari p. 13; 7. Pescara N e PN p. 3; 8. SS Lazio Nuoto p. 0.

Prossima partita: 14 aprile Zero9-Roma Vis Nova PN.

Redazione Zero9         10 Aprile 2019